Loading...

SalentoinBus e gli e-ticket

La Puglia va a braccetto con l'innovazione da molto tempo. Lo do per certo perchè seguo il sindaco del capoluogo, Michele Emiliano, da diversi mesi su Twitter. Lo vedo sempre ricondividere messaggi del suo staff, attivo per migliorare i servizi della città che governa in diversi settori attraverso moderni accorgimenti e sistemi sempre più informatizzati. Ho scoperto da qui quanto l'amministrazione pubblica sia attiva nello stimolare le start-up di questa regione a nascere e crescere. Ma stamattina leggendo il nuovo inserto del Corriere chiamato proprio "Innovazione" mi sono accorto come da almeno due anni, una di queste, abbia portato una novità da record nel leccese anche riguardo i mezzi di trasporto pubblico. 
Si tratta di un sistema di emissione di ticket di viaggio per le linee di Salentoinbus che nasce da un progetto del 2011 ultimato e gestito interamente dalla provincia da due anni, arrivato a vincere un premio per l'ottimizzazione del servizio di vendita dei biglietti online e soprattutto su smartphone. Oggi visitando la sezione del sito che si occupa di fornire gli orari e varie informazioni si possono vedere ancora le corse dell'anno scorso, questo perchè le 9 linee che collegano entroterra a spiagge sono attive solo nel periodo estivo, quando il turismo ogni anno sempre crescente è davvero consistente! In molti negli ultimi anni hanno scelto di raggiungere il tacco d'Italia senza auto da tutta Europa. Quindi se quest'estate volete prendere una stanza in Masseria potreste partire senza pensare all'auto, preferendo un carnet di QR code acquistato su smartphone da convalidare una volta saliti in vettura per raggiungere la spiaggia. Potrete anche tracciare i vostri viaggi online e la compagnia spenderà i soldi risparmiati dalla stampa dei biglietti nell'implementazione del servizio qui proposto e, chissà, visti i buoni propositi e i buoni frutti, anche in qualche altra novità!
Un esempio simile di E-ticketing viene da Firenze. C'era Renzi sindaco quando circa un anno fa il biglietto col giglio viola ha cominciato ad essere acquistato da molti cittadini e non con una telefonata, ricevendo il documento via SMS. Genova ha introdotto questo servizio a luglio scorso, e sono sicuro che sono altre le città che adottano questo sistema. ATM invece sta sperimentando da anni a Milano l'adattamento del chip delle tessere dei viaggiatori alle componenti di alcuni cellulari, in modo da eliminare dal portafoglio la travelcard, ma questa è un'altra storia..

tecnologia 8521313259385826721

Posta un commento

emo-but-icon

Home page item

Popular Posts

Follow by Email

Media

ADS